olfood-banner-pextra-03.jpg
Sabato, 27 Marzo 2021 04:48

La pastiera napoletana “cruda”

Come da tradizione e ancor più profumata. Eccovi la ricetta

 

Antonio Cafiero della Gelateria Primavera di Sorrento, è uno dei lettori, ed amici, storici di “Pasticceria Internazionale”. Il suo negozio si trova nel cuore della cittadina costiera da più di 40 anni e la sua storia professionale è legata a quella del territorio. “Mio padre iniziò portando dolci nelle feste di piazza, erano gli anni ’50. Ora mio figlio Mario ha intrapreso il mestiere di pasticciere”. Questa Pasqua sottotono, come lui stesso la definisce, lascerà la sua Sorrento semideserta, senza le migliaia di turisti che in questi periodi raggiungevano la costiera, passando anche dal suo laboratorio.
Il lavoro in laboratorio continua e, senza scoraggiarsi, Antonio ha pensato ad una versione “cruda” della nota pastiera. E sul suo profilo Facebook ha pubblicato un video, per coloro che vogliono cimentarsi nella preparazione casalinga. “Ho realizzato questa pastiera cruda per esaltare ancora di più i suoi profumi: arance e limoni grattugiati e fiori di zagara, per caratterizzare a pieno la crema. Gli ingredienti sono quelli della pastiera tradizionale, tranne le uova, cotte nella crema”. Il dolce assemblato non viene infornato. Il fondo di frolla che contiene il composto invece sì, come la crema pasticcera, aggiunta al grano con una montata di ricotta e panna. E Antonio simula la cottura, “dipingendo” la superficie del dolce con un caramello, lo stesso che consiglia di usare per dorare anche le strisce in pasta di mandorle.

 

Eccovi la sua ricetta

Preparare, un giorno prima, un’infusione con fiori di zagara, bucce di limone e arancia, con 100 g di acqua e 100 g di zucchero.
Occorrono 300 g di grano cotto e, quando è ancora caldo, aggiungere un bicchierino di limoncello, un’arancia e un limone grattugiati ed un’arancia spremuta. Quindi unire 250 g di crema pasticcera (preparata con qualche tuorlo in più) e 250 g di zucchero.
A parte, montare 300 g di ricotta e 200 g di panna, inserita a filo.
Mescolare i due composti ed aromatizzare. “Se preferite – suggerisce Antonio – potete prevedere anche pezzetti di arancia, limone e cedro canditi”.
Il composto viene messo in un fondo di pasta frolla montata, già cotto e bagnato con limoncello. Decorare come da tradizione, in questo caso con strisce di pasta di mandorle e usare un caramello per “colorare” la superficie e dare l’idea della cottura.

 

Chiara Mancusi

 

IMG_9680.jpgIMG_9694.jpg32a12992-d419-422f-815e-cbabda260ac0.JPGIMG_9683.jpg

 

Letto 430 volte Ultima modifica il Giovedì, 25 Marzo 2021 17:57

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Copyright © - 1998-2021 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010

Chiriotti DEM Popup