202009---banner-puratos.gif
Lunedì, 27 Aprile 2020 14:05

Ordinanza regionale su riapertura. L’Associazione Pasticcieri Napoletani non ci sta!

L'Associazione Pasticcieri Napoletani ha deciso di non aprire le attività

 

Il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca lo scorso 22 aprile ha emanato l’Ordinanza n. 37, in cui sono state dettate ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019. Essa si riferisce, in particolare, alle attività e servizi di ristorazione, commercio al dettaglio di articoli di carta, cartone, articoli di cartoleria e libri e prevede la parziale riapertura delle attività in oggetto. Appena emanata c’era stato un sospiro di sollievo da parte delle categorie interessate, poi però, leggendo dettagliatamente le condizioni inserite per mettere in pratica la delibera, c’è stata un’inversione di marcia nelle reazioni. Le condizioni imposte per la parziale apertura, infatti, non la agevolano affatto: i pasticcieri avrebbero dovuto, tra le altre cose, lavorare in orario ridotto (dalle 7 alle 14), con le serrande chiuse, in laboratorio con mascherine e guanti. La consegna, inoltre, può avvenire solo nel comune di appartenenza. Va specificato che, in alcuni territori, ci sono zone in cui un marciapiede fa parte di un comune, quello di fronte di un altro; quindi se un cliente a pochi metri dall’attività, ma appartenente ad un'altra amministrazione, chiedesse una consegna questa non potrebbe essere soddisfatta. Tenuto conto poi che il dolce non è un prodotto tipicamente da asporto e non viene consumato come le pizze o i pasti in generale, preparati in dosi, la situazione assume un contesto ancora più difficoltoso.

Con queste premesse, l’Associazione Pasticcieri Napoletani ha deciso di non aprire le attività. A spiegarne le motivazioni, Ugo Mignone, in rappresentanza della categoria: “Stiamo attraversando un periodo di emergenza sanitaria mondiale. La nostra categoria è in una situazione economica disastrosa e non possiamo accettare di lavorare con le serrande abbassate. Rispettiamo tutti i protocolli sanitari, ma vogliamo lavorare con orgoglio e dignità. Noi siamo artigiani e con le serrande abbassate non potremmo fare il nostro lavoro come si deve. Come categoria inoltre siamo stati penalizzati dalla chiusura. I panettieri e altre attività similari sono restati aperti, perché noi non abbiamo potuto farlo? Chiediamo al Governo di bloccare tutte le tasse e i tributi fino a dicembre 2020, perché le spese sono tante e i guadagni pari a zero. Abbiamo perso gli incassi preziosi delle festività pasquali ed affronteremo un'estate piena d’incertezza, dovuta anche al rinvio di tutte le feste, private e non. Ma non ci diamo per vinti: siamo un gruppo di 250 pasticcieri campani con un programma per la nostra associazione che, appena finita l’emergenza, vogliamo mettere in pratica”.

Gli fa eco il portavoce della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo, Rosario Lopa: “Dall’inizio della crisi sanitaria da Covid-19 gli interventi Governativi, Regionali e Comunali hanno consentito ad altri esercizi commerciali di vendita al dettaglio, nel rispetto delle misure di prevenzione, di proseguire l’attività anche con possibilità di asporto di prodotti. Quale rischio maggiore di una qualunque altra attività di vendita di prodotti di generi necessari tra alimentari, e quant’altro consentite, avrebbero potuto provocare pasticcerie, pizzerie, bar o gelaterie che avessero organizzato l’attività con il semplice asporto? È per noi una palese discriminazione, senza tener conto di quanti alimenti deperibili sono nei magazzini di questi esercizi”.
Una situazione che è in cerca di soluzione che, per il momento, sembra lontana.

Simona Buonaura

Letto 378 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Copyright © - 1998-2020 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010

Chiriotti DEM Popup