banner-pasticceria-internazionale-1100x150-100-anni-2.gif
Lunedì, 30 Marzo 2020 12:13

La cucina di resistenza nel tempo sospeso

“L’impossibile è successo. E per trasformare l’impossibile in bellezza non restano che la nostra creatività, la forza di volontà, il coraggio”.
Per questo Anna Prandoni presenta il ricettario “Cucina di resistenza nel tempo sospeso”

 



La raccomandazione è sempre la stessa: “lavatevi bene le mani” prima di iniziare a preparare le ricette, ben 38, di Anna Prandoni, giornalista specializzata in enogastronomia, autrice di questo libro per tutti gli amanti della cucina, chiusi in casa, forzatamente e per atto di responsabilità. Lei, che in pieno dibattito sul foodwriting, sosteneva che “mangiare è un atto culturale”, con questo lavoro riporta il cibo al suo significato autentico e alla valenza di nutrimento, attualizzandolo nella funzione di conforto terapeutico.
Probabilmente se non si fosse fatto avanti un virus sconosciuto, non avremo mai potuto contare su un ricettario così particolare: frutto di un tempo sospeso che interpreta l’emozione che accomuna tutti, dedicato alla “cucina di resistenza”. Un prodotto figlio del tempo: instant book che fa cronaca attraverso la gastronomia, alla stregua di un instant movie… a chi non è sembra di vivere un film?! Scritto in tempi strettissimi, illustrato con scatti fatti con iPhone 11 Pro, disponibile solo in formato kindle e il cui ricavato della vendita sarà devoluto alla Croce Rossa.
Come la stessa Prandoni e la fotografa Gaia Menchicchi dichiarano, il libro “nasce dall’esigenza di rendere meno monotoni i nostri pasti, per diversificare il menu quotidiano e per offrire a chi si trova costretto a cucinare ogni giorno qualche alternativa gustosa, piacevole e di facile realizzazione”.
Prandoni ha raccolto ricette che possono essere realizzate con tante varianti e in aiuto del lettore propone le regole per una spesa intelligente (meglio farla il meno possibile!), una parte introduttiva per organizzarsi al meglio e i consigli di uno chef. Tra i piatti di resistenza, non mancano i tormentoni della cucina ai tempi di Coronavirus, come la pizza da fare in casa e gli stuzzichini per gli apertivi virtuali, la nuova tendenza di una socialità che, per ora, passa solo attraverso la tecnologia.
“In questi giorni sospesi ringrazio il cielo di aver imparato a cucinare. Senza il conforto terapeutico di impasti, tagli, cotture, forni, mixer e ingredienti la mia mente sarebbe ancora più confusa e infelice. Invece, appena scatta la malinconia, mi tuffo in cucina e so che qualcosa di buono verrà fuori senz’altro. E la magia si ripete ogni volta”, scriveva su Instagram Anna solo pochi giorni fa.

Chiara Mancusi

“Cucina di resistenza nel tempo sospeso”
APProjects Edizioni
disponibile su Amazon e su Kobo

Letto 306 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Copyright © - 1998-2020 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010

Chiriotti DEM Popup