meet_massari_roma_agg_280818_1100x150.gif
Martedì, 15 Maggio 2018 16:03

BOCUSE D’OR E COUPE DU MONDE DE LA PATISSERIE PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA

Carlo Cracco e Tamas Szell guidano la giuria del Bocuse d’Or a Torino, il prossimo giugno.

Il Bocuse d’Or e la Coupe du Monde de la Pâtisserie arrivano per la prima volta in Italia, e precisamente a Torino. Si comincerà domenica 10 giugno all’Oval Lingotto con la selezione europea della competizione della pasticceria mondiale, fondata a Lione nel 1989 dal maestro pasticciere Gabriel Paillasson. Si proseguirà lunedì 11 e martedì 12 giugno sempre all’Oval con la più grande competizione enogastronomica mondiale, inventata da monsieur Paul Bocuse, padre della cucina francese moderna.
Per il Bocuse d’Or, 20 team delle nazionali d’Europa si contenderanno la qualificazione per la finale mondiale, in programma a Lione a gennaio 2019. La giuria, composta da 14 grandi chef, sarà presieduta dal cuoco ungherese Tamás Széll, vincitore della selezione europea di Budapest nel 2016 e quarto all’ultima finale mondiale del Bocuse d’Or a Lione nel 2017, dallo chef italiano Carlo Cracco, allievo del maestro Gualtiero Marchesi e Presidente d’Onore, insieme a Jérôme Bocuse, Presidente del Bocuse d’Or e figlio del fondatore, e Enrico Crippa, Presidente del Bocuse d’Or Europe 2018.

Coupe du Monde de la Pâtisserie

Dopo il debutto a Parigi nel 2012 e due edizioni a Ginevra, Torino è la città scelta per ospitare a giugno il round europeo che premia i migliori pasticcieri del mondo. Nella storia della Coupe du Monde de la Pâtisserie, l’Oval Lingotto, che avrà una capacità di 1300 spettatori, sarà il più grande spazio dove si sia mai realizzata la competizione: la pasticceria è uno sport di eccellenza e grande spettacolo.
Martin Chiffers, già presidente del club Coupe du Monde de la Pâtisserie del Regno Unito, sarà il presidente d’onore dell’evento di Torino.
In vista della finale della Coupe du Monde de la Pâtisserie, dopo Città del Messico per la Copa Maya, Singapore per l’Asian Pastry Cup, Marrakech per l’African Cup, la Coppa Europa è la gara più attesa con il livello più alto di eccellenza. Nel corso della competizione, che durerà una giornata, dalle 10 del mattino alle 17, ora della premiazione, si affronteranno 8 squadre provenienti da 8 diverse nazioni. L’ordine nel quale i paesi si affronteranno è da poco stato deciso attraverso un sorteggio

1. Belgio
2. Turchia
3. Svezia
4. Russia
5. Polonia
6. Svizzera
7. Bulgaria
8. Israele

L’Italia, che ha trionfato nel 2015 alla Coupe du Monde de la Pâtisserie con la squadra degli chef Fabrizio Donatone, Emanuele Forcone e Francesco Boccia, è qualificata di diritto alla finale di Lione 2019, e fa parte del TOP 5 della competizione.
Per qualificarsi alla Coupe du Monde de la Pâtisserie, le 8 squadre avranno a disposizione 5 ore per realizzare 1 entremet alla frutta e 10 dessert al piatto. Ogni squadra, composta da 2 candidati dovrà poi realizzare una scultura di zucchero e una di cioccolato. Al termine di ogni prova, la giuria internazionale procederà alle degustazioni che decreteranno il podio con il vincente della Coppa Europa e delle altre 2 squadre che si qualificheranno per Lione.
Alla finale nel 2019 parteciperanno in tutto 22 Paesi. Le squadre qualificate saranno 3 per ogni finale continentale, ci sarà poi il top 5 composto da Italia, Giappone, USA, Corea del Sud, Regno Unito e ci potranno essere infine cinquePpaesi ai quali Gabariel Paillasson avrà assegnato una wild card. Le “wild card”, sono attribuite alle nazioni più meritevoli, grazie alla creatività delle performance nei diversi concorsi. www.cmpatisserie.com

La gallery foto

_DSC2536.jpg_DSC2696.jpg_DSC2528cpeeurpe2016.jpg_DSC4277.jpg_DSC2556.jpg_JEF4758_1.jpgBelgium-5.jpg_GLE0781_2.jpg_DSC2671.jpg_DSC3812.jpg

Bocuse D’Or Europe

Il Bocuse d’Or Europe è l’ultima sfida per gli chef europei prima della finale mondiale delle Olimpiadi della gastronomia che si terranno nel 2019 durante il salone Sirha di Lione (Francia). La tanto attesa selezione europea del concorso, che per la prima volta si disputa nel Sud Europa, proporrà un altissimo livello tecnico e creativo dato che i partecipanti dovranno ricorrere a tutte le loro abilità per aggiudicarsi l’ambito riconoscimento. Per mettere alla prova la loro creatività, i 20 candidati selezionati dovranno competere utilizzando prodotti obbligatori e decisamente inaspettati.

Le prove del Bocuse D’Or

Per dimostrare le loro abilità, i 20 chef, assistiti dai propri commis e sotto lo sguardo attento del loro coach, dovranno sostenere due prove della durata complessiva di 5 ore e 35 minuti. Per aumentare il livello della sfida ed equilibrarla, i concorrenti dovranno utilizzare alcuni ingredienti specifici.
Gli chef, inoltre, dovranno realizzare un vassoio usando prodotti piemontesi di alta qualità: Riso S. Andrea DOP della Baraggia Biellese e Vercellese, Filetto di Vitellone Razza Piemontese SQNZ (Sistema di Qualità Nazionale in Zootecnia) e animelle di vitello.
Per la prova al piatto ogni concorrente dovrà realizzare la preparazione di 15 piatti individuali utilizzando, per la prima volta nella storia del concorso, due ingredienti ufficiali molto semplici ma inaspettati: formaggio Castelmagno DOP, fornito dal Consorzio Tutela del Formaggio Castelmagno DOP, ed uova.
Oltre a questi prodotti obbligatori, i candidati dovranno scegliere gli altri ingredienti, verdure, erbe e spezie dal Mercato Metro (fornitore ufficiale) che sarà presente al salone Gourmet mettendo a disposizione oltre 80 prodotti per rendere le ricette degli chef eccezionali.
Il Bocuse d’Or promuove anche nuove tendenze e innovazioni gastronomiche e per questo motivo, quest’anno, ai candidati sarà imposto di scegliere dal mercato almeno un prodotto Slow Food. www.bocusedor.com

La gallery foto

Italia3.jpgGermany.jpgFrance.jpgItalia_2.jpgSwitzerland_2.jpgDenemark-1.jpg

Letto 807 volte Ultima modifica il Martedì, 15 Maggio 2018 16:22

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Cerca nel sito

SCARICA LA NOSTRA APP

pi_app.jpg
ce_app.jpg

Visita il nostro E-Shop

Visita il nostro E-Shop
Copyright © - 1998-2018 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010