pasticceria

PASTICCERIA

Tutto Gelato 2017

GELATO

CulturaCioccolato 2017

CIOCCOLATO

cucina

CUCINA

caffe

CAFFE'

packaging

PUNTO VENDITA

Banner fattore Debic 1100x150 animato2

Martedì, 29 Novembre 2016 16:18

Buona la terza. Intortiamoci a Bologna

In foto, Gino Fabbri, Maurizio Busi e Francesco Elmi. In foto, Gino Fabbri, Maurizio Busi e Francesco Elmi.

Grande successo di pubblico per l’edizione 2016 di Intortiamoci, davanti a una giuria di stelle e campioni

Ben 35 le torte in gara, 5 per ognuna delle 7 pasticcerie che hanno selezionato i finalisti della terza edizione di Intortiamoci, la sfida amatoriale di torte che anche per il 2016 ha segnato il tutto esaurito alla fiera di Bologna, nel corso della manifestazione  Food & Pastry, inserita unitamente a The cake show nella kermesse Il Mondo Creativo.
Tema di quest’anno, l’amarena, con cui hanno dovuto fare i conti i partecipanti al concorso organizzato da alcune pasticcerie di Bologna e provincia presso la propria clientela. Sia per le selezioni che alla finalissima, i dolci in gara sono stati poi posti in vendita per la raccolta fondi a favore di Fondazione ANT, Assistenza Nazionale Tumori, rendendo ancora più speciale l’iniziativa che ogni anno dimostra di crescere, sia di numero che nel livello delle proposte.

Dopo le singole degustazioni nei mesi precedenti, è stata la volta del giudizio finale, davanti ad una giuria che, oltre allo scrivente, ha visto nomi di grande prestigio, tra cui il Campione del Mondo Gino Fabbri (La Caramella- Gino fabbri Pasticcere), il doppiamente stellato Chef Massimiliano Mascia (Ristorante San Domenico), Francesco Elmi (Pasticceria Regina di Quadri) e Maurizio Busi (Pasticceria Paola), con la collaborazione dei Maestri dell’Associazione Pasticceri Bolognesi.
Nel corso di un pomeriggio si sono avvicendate le diverse proposte, stupendo i giudici per la fantasia e l’impegno profuso nelle realizzazioni. È stato infatti constatato con un certo piacere come vi sia un ritorno alla tradizione italiana e come l’abilità degli appassionati stia crescendo ad ogni edizione, andando a raccogliere tra le fila degli iscritti anche giovani e giovanissimi che dimostrano già un talento per l’arte della pasticceria.
Un successo, dunque, non solo nei numeri e nella raccolta fondi, ma anche nella trasmissione di conoscenze tra professionisti e amatori, nella convinzione comune che solo comunicando la qualità si possa poi avere un pubblico in grado di riconoscerla.

Matteo Barboni

Letto 1082 volte Ultima modifica il Martedì, 29 Novembre 2016 16:44

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.