dubbini_longbanner_ldc_mar18-01.png

ABBONATI ALLA RIVISTA

ABBONATI ALLA RIVISTA

Continuano i preparativi per il #GiCakes, Special Edition 40 anni di Pasticceria Internazionale".
Idee, tendenze e cultura della decorazione fra demo ed esposizione.
Un laboratorio della pasticceria artistica, in programma al Sigep 2018 (Pad. B4).
Tantissimi gli ospiti!

Da 6 anni la Coppa Italia della Pasticceria Artistica #gicakes è l’importante punto di riferimento per la decorazione dolciaria in Italia e all’estero, affollato punto di incontro e confronto, vera e propria fucina di talenti e tendenze.
Da questo concorso dal respiro internazionale (grazie a giurati di fama mondiale), sono infatti usciti tutti i nomi che oggi contraddistinguono il settore della decorazione, andando ben oltre la moda del cake design. Perché #gicakes nasce e si evolve per diffondere la cultura dell’estetica che si fonde con la cultura del buon gusto, interpretando più stili e più tecniche per valorizzare al massimo la decorazione in pasticceria. Il tutto esaltando la grande storia italiana, attingendo alle mode mondiali e guardando al futuro.

Nella sesta edizione del concorso ideato da Giuso, il Panificio Ascolese si aggiudica il premio come migliore Panettone Tradizionale e la Pasticceria Ferrante il premio per il miglior Dolce Innovativo.

Durante Re Panettone 2017, si è svolta la VI edizione de I PanGiuso, concorso che ha visto confrontarsi oltre 30 maestri artigiani pasticceri di tutta Italia alle prese con panettoni classici e lievitati innovativi. Vincitore assoluto del concorso, nella categoria Panettone Tradizionale, è stato il Panificio Ascolese di San Valentino Torio (SA), grazie ad un'interpretazione profumata del dolce natalizio per eccellenza. Nella stessa categoria, menzioni speciali sono andate alla Pasticceria Mennella di Torre del Greco (NA) e alla Pasticceria Marra di Cantù (CO).

Il pasticcere Emilio Soldivieri della Pasticceria Elia, a Giffoni Valle Piana, e la giornalista gastronomica Antonella Petitti presentano Pan di Stevia, il panettone artigianale senza zucchero.

 
Farina 00, lievito madre, tuorli, burro, scorzone di arancia candita, uvetta, miele, bacche di vaniglia del Madagascar e … stevia! Manca lo zucchero nel nuovo panettone a lievitazione naturale del pasticciere Emilio Soldivieri. L’ultimo nato della storica Pasticceria Elia di Giffoni Valle Piana, tra i Monti Picentini, è frutto di una ricetta innovativa, in linea con le ultime tendenze di gusto salutiste in pasticceria. Una ricetta di artigianalità, talento e lungimiranza. Niente coloranti e conservanti ed una lievitazione da solo lievito madre di minimo 36 ore.

Marquise al cacao e cuore al doppio cioccolato.
La ricetta di Denise Castagno
DC&more

 

A gennaio, si terrà il primo dei tre livelli per il conseguimento della qualifica di Chocolate Taster a cura dell'International Institute of Chocolate and Cacao Tasting

Il primo dei tre livelli utili al conseguimento della qualifica di Chocolate Taster a cura dell’International Institute of Chocolate Tasting è in programma l’8 e il 9 gennaio presso l’Educatorio Del Fuligno in Via faenza 48, a Firenze. “La qualifica di Chocotaster di I livello rende possibile la partecipazione alle giurie degli International Chocolate Awards”, spiegano i tutor Monica Meschini e Massimiliano Cavicchioli. L’approfondimento di preparazione alla qualifica coinvolgerà i partecipanti in un programma suddiviso in sessioni mattutine e pomeridiane.

Apre la nuova sede del Centro di Formazione dell’Associazione Cuochi di Torino e Provincia
www.cuochitorino.it

Una nuova location della Scuola di Cucina dell’Associazione Cuochi di Torino e Provincia si aggiunge a quella storica di Via Bogino 17 a Torino: la sede succursale di via Sansovino 240. Una nuovissima location con una cucina didattica composta da 18 postazioni individuali, dove si svolgeranno i nostri corsi di cucina professionali, amatoriali, di pasticceria e tematici professionali.

Biscuit alle mandorle, mousse al cioccolato bianco alla vaniglia e mousse al cioccolato extra bitter 61% e crema inglese
Stefano Venier, Arte Dolce
Foto Francesco Zanet

La grappa invecchiata più famosa al mondo è quella delle Distillerie Berta. L’azienda visionaria, fondata a Nizza Monferrato, At, nel 1947 da un illuminato Paolo Berta, da alcuni anni si è trasferita a Mombaruzzo, At. Oltre alle cantine e alla distilleria si è arricchita, nel tempo, di un parco botanico di 8 ettari, di un museo della grappa, di due relais (Villa Prato e Villa Castelletto) e di una pasticceria. Qui si producono gli amaretti morbidi di Mombaruzzo, secondo la ricetta della Pasticceria Moriondo Carlo, acquisita dall’azienda.

T’a Milano, il brand fondato nel 2008 da Tancredi e Alberto Alemagna, eredi di una famiglia che ha fatto la storia della tradizione dolciaria italiana, come già nel 2015, rinnova la propria collaborazione con Raw, il cabinets des curiosités dei milanesi.
Fino al 22 dicembre 2017, i prodotti T’a Milano saranno in vendita, infatti, anche presso il T’a Milano Temporary Store, all’interno di Raw& Co, in corso Magenta 10.
RAW in inglese significa “crudo, grezzo”, ed è in questo termine anglosassone che si racchiude la quintessenza del concept Raw. La novità 2017, rappresentata dall'apertura del nuovo store di Corso Magenta 10, consolida un format RAW, interprete di un vero e proprio lifestyle.

Il 5 dicembre si celebra la giornata della Sachertorte.
Per la ricetta dell'esperto online Armando Palmieri, cliccate qui


È difficile che una torta sia più conosciuta di lei. Le sue origini risalgono, infatti, al 1862, quando il principe Von Metternich incaricò lo chef di corte di creare un dolce speciale per sé e per i suoi ospiti. Ma il capo chef era malato e così l’allora 16enne Franz Sacher (1816-1907), poi apprendista nel secondo anno, subentrò nell'incarico. "Non farmi vergognare stasera!" lo avvertì Von Metternich. Il risultato fu la Sachertorte. 40 anni dopo, suo figlio Eduard Sacher aprì l’oggi famosissimo Hotel Sacher a Vienna.
La ricetta originale di questo famosissimo dolce al cioccolato viene custodita presso l'Hotel Sacher in una cassetta di sicurezza sottochiave, come fosse un tesoro. Ma gli ingredienti principali sono noti: farina, uova, zucchero, cioccolato fondente e marmellata di albicocche. La preparazione è abbastanza semplice, la parte difficile consiste nella copertura al cioccolato. La buona riuscita della glassa dipende, infatti, principalmente dalla temperatura con cui viene preparata e deve risultare liscia e lucida.

Cerca nel sito

che_fame.png

SCARICA LA NOSTRA APP

pi_app.jpg
ce_app.jpg

Visita il nostro E-Shop

Visita il nostro E-Shop
cerco-offro.jpg
nostri-distributori.jpg
Copyright © - 1998-2018 Chiriotti Editori s.r.l. All rights reserved
Viale Rimembranza, 60 - 10064 Pinerolo - To - Italy Tel. +39 0121 393127 - Fax +39 0121 794480 Partita Iva e Codice Fiscale 01070350010