pasticceria

PASTICCERIA

Tutto Gelato 2017

GELATO

CulturaCioccolato 2017

CIOCCOLATO

cucina

CUCINA

caffe

CAFFE'

packaging

PUNTO VENDITA

noipervoi

Mercoledì, 07 Giugno 2017 09:55

Glassa Sacher

Chef, sono stato a Vienna ultimamente e mi è rimasta impressa la glassa della mitica Sacher. Non credo sia composta solo da cioccolato, ma non riesco a capire: si tratta una ganache o altro?
 
Caro Renato,
ci sono diverse ricette per questa glassa di copertura. C'è chi la preferisce lucida e croccante come dici tu o semplicemente morbida e opaca, ma sono tutti tentativi che si possono solo avvicinare alla ricetta originale e brevettata. Questa viene custodita in Austria presso l'Hotel Sacher e non è mai stata resa pubblica. Basti pensare che al mondo non esiste alcuna licenza che permetta la riproduzione originale della torta. Ad ogni modo, quella che puoi preparare è una glassa così composta:

 

Glassa di copertura
fondente 65%    g    300
panna liquida     g    250
glucosio     g    50
cacao     g    25
Portare ad almeno 50°C la panna con il glucosio (non superare tale temperatura, altrimenti si potrebbe rovinare il gusto del cioccolato). Versare sul cioccolato ridotto in scaglie e lasciare riposare qualche minuto. Con un mixer da cucina, creare un’emulsione, mentre si aggiunge il cacao. Questa glassa può essere utilizzata a 28°C.

Un abbraccio

Pubblicato in NoixVoi 2.0
Martedì, 06 Giugno 2017 09:44

Diplomatico o Zuppetta

Ciao Chef, da qualche parte lessi una ricetta del Diplomatico, dolce molto apprezzato dalle mie parti, con il nome di zuppetta, ma non la trovo più: potresti aiutarmi? Grazie
Antonella

Ciao Antonella, quella che tu chiami zuppetta è cara a Napoli e vuole indicare proprio l'italianissimo Diplomatico. In questi ultimi tempi, è sempre più difficile trovarlo nelle pasticcerie (non nella mia, ove è sempre presente!). Il nome è più che azzeccato per questo dolce: infatti, dal greco, diplomatico significa "rendo doppio", cioè doppio impasto. È formato infatti da due dischi di pasta sfoglia, due strati di crema diplomatica (sempre in riferimento al doppio, poiché qui abbiamo crema pasticcera e panna montata), intervallati da uno strato di pan di Spagna, inzuppato (ecco da dove deriva il termine campano) con una bagna. In origine era Alchermes, ma la si può trovare anche al rum. Si tratta di una preparazione semplice e abbiamo ricette di basi che possono essere assemblate tra di loro.

 

 

TRANCIO DIPLOMATICO


Pasta sfoglia
farina forte    g    760
farina debole     g    300
burro 82% mg     g    660

Crema pasticcera
latte intero    g    1600
panna fresca     g    400
tuorli     g    600
zucchero     g    600
amido di mais    g    70
amido di riso     g    70
bacca di vaniglia Bourbon     n    1

Pan di Spagna
uova intere    g    500
zucchero semolato     g    360
farina 00     g    300
fecola di patate     g    100
bacca di vaniglia     n    1

Una volta preparate queste basi, non resta che montare il dolce, partendo con un quadrato (o un rettangolo) di pasta sfoglia. È sempre meglio impermeabilizzarla con burro di cacao liquido, spennellato sulla superficie della pasta dopo cotta, così che, rapprendendosi, formi una pellicola che non permetta all'umidità della crema di bagnare la sfoglia e farle perdere la caratteristica principale di questa preparazione, cioè la croccantezza. Proseguire con crema diplomatica (in genere 2/3 di crema pasticcera, 1/3 panna semimontata) e una fetta di pan di Spagna di circa 2/3 cm, bagnato con bagna al rum (1 litro d’acqua, 700 g di zucchero, 235 ml di rum scuro). Concludere con un altro strato di crema diplomatica e un ultimo strato di pasta sfoglia. Lo si può preparare in un unico trancio, porlo in freezer qualche ora e tagliare le porzioni. Spolverare la superficie con abbondante zucchero a velo.
Un abbraccio

Pubblicato in NoixVoi 2.0
Lunedì, 06 Febbraio 2017 10:35

La torta Sacher di Armando Palmieri

Buongiorno chef, la seguo da tempo: è possibile avere la ricetta di un dolce che si avvicini molto alla Sacher? Grazie
Giorgio
Caro Giorgio, come saprai la ricetta originale della Sacher è ben custodita in Austria e tutte le ricette che si trovano in circolazione possono solo assomigliare all’originale che, personalmente, trovo troppo asciutta. Io uso questa:

PER LA RICETTA , CONTINUATE A LEGGERE (cliccate sul titolo o Leggi tutto...)

Pubblicato in NoixVoi 2.0

A fronte delle numerose richieste che ho ricevuto per una buona ricetta per zeppole, vi offro alcune considerazioni in merito.
Per fare le zeppole, che siano esse fritte o al forno, si utilizza la medesima base, ovvero la pasta choux anche nota come pasta bigné. I componenti sono: uova intere, farina W 200 (quindi medio debole), acqua, burro (o altro grasso), sale.

PER LA RICETTA DELLE ZEPPOLE FRITTE E AL FORNO, CONTINUATE A LEGGERE (cliccate sul titolo o Leggi tutto...)

Pubblicato in NoixVoi 2.0

Il viaggio alla scoprta dei dolci tradizionali esteri, in collaborazione con Molino Pasini e Giambattista Montanari, continua. Con il n. 286 facciamo tappa in Olanda. Ecco la foto ricetta. Sulla rivista troverete gli ingredienti, i procedimenti e le note tecniche di Montanari.

Pubblicato in Gli Extra del n. 286

Ciao Chef, avresti qualche suggerimento per le “bucce” dei cannoli, in modo che non rimangano unte dopo averle fritte?
Grazie
Renato

Ciao Renato, ti consiglio di utilizzare 250 g farina di media forza, 125 g vino rosso lasciato fuori frigo una notte, 40 g strutto, 18 g zucchero semolato e 2 g sale. Poi olio di semi o strutto per friggere e 10 g caffè macinato (facoltativo).
Una volta impastati tutti gli ingredienti, chiudere in pellicola e lasciare riposare una notte in frigorifero. Stendere il giorno successivo a 2 mm e friggere a 165°C. Metterli in piedi ed asciugare l’olio di frittura in eccesso.
Buon lavoro!

Pubblicato in NoixVoi 2.0
Giovedì, 19 Maggio 2016 08:29

Gelato ai pomodori secchi

In anteprima per Al Meni 2016, la chef Aurora Mazzucchelli presenta il gelato ai pomodori secchi, ideato e realizzato in collaborazione con Alice Vignoli, retail advisor Carpigiani.

Pubblicato in Ricette dal mondo Gelato
Venerdì, 12 Febbraio 2016 09:39

CROSTATA DI FRUTTA FRESCA

La ricetta del mese
Fiasconaro
Castelbuono, Pa

 

Pubblicato in Tradizionali